Questo sito utilizza cookie al solo scopo di migliorare l'esperienza di navigazione, mentre altri cookie di terze parti vengono utilizzati dai banner pubblicitari che appaiono su questo sito, cliccando su "Accetta e Chiudi" dai il tuo consenso a quanto riportato nelle Privacy Policy di questo sito.

This site uses cookies for the sole purpose of improving the browsing experience, while other third-party cookies are used by advertising banners that appear on this site, by clicking on "Accept and Close" you give your consent to what is reported in the Privacy Policy of this site.

Nel 1978, ad un anno dalla presentazione della 500 bicilindrica venne messa in vendita la sorellina  di 250 cc, che sfruttando l'estrema modularietà del motore progettato da Franco Lambertini, montava sul carter che era comune a tutta la linea di motocicli, un solo gruppo termico uguale a quello della 500, mentre la ciclistica era molto simile a quella della 125 H,, si differenziava per il motore montato elasticamente su grossi silent-block allo scopo di attenuare le vibrazioni che nel grosso monocilindrico erano ancora più accentuate. Da segnalare che sia la 125 che la 250 monocilindrica montavano la frizione in bagno d'olio e non a secco come per i modelli bicilindrici.

250 T

Dati tecnici 250 T


Non sei identificato sul sito.