Moto Morini Special

 
  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Special 501 by Perfetti

501 Special by Perfetti

 

Mario Perfetti ne ha fatta "un'altra delle sue" !!

 

Un'altra Morini mozzafiato, curata fin nei minimi particolari, è apparsa agli occhi dei presenti. Il mezzo è ancora da affinare per poter essere competitivo nell'agguerritissima categoria delle classiche gruppo 4, nella quale deve confrontarsi per esempio con  le ben più sofisticate Ducati Pantah. 

Ebbene si, dopo la Special vista in anteprima al 20° Morini Day, durante il quale sono circolate le prime indiscrezioni sull'esistenza di un'altra ancor più pepata Morini 500 Special, frutto delle abili mani di Mario ed Enrico Perfetti, domenica 24 Ottobre chi era presente al Meeting d'epoca presso il circuito di Franciacorta, ha potuto ammirare il materializzarsi delle indiscrezioni sentite a Morano!


 

Per saperne qualcosa in più abbiamo chiesto ad Enrico Perfetti di descriverci le caratteristiche salienti di questo nuovo gioiello portato in pista a Franciacorta:

 

Il telaio e' derivato da quello della 3½ ma e' stato completamente modificato nelle geometrie; infatti e' stata variata l'inclinazione dello sterzo, sono stati aggiunti due nuovi tubi nella parte superiore (sotto al serbatoio) ed e' stato anche alzato il posteriore di circa 4 cm.
Il motore per ora e' un 507 cc. di una Camel, in attesa di sviluppare quello nuovo che avrà una cilindrata di 550 cc.; le modifiche al momento riguardano le teste, gli organi della distribuzione e vari alleggerimenti interni.

 

Monta due carburatori da 32 mm. di diametro che respirano aria calma nel nostro "Air-box", derivato da quello a suo tempo disegnato da Franco Lambertini.
La carena deriva da un Ducati 600 TT2 che e' stata adattata alla nostra moto con notevoli modifiche, mentre serbatoio e sella sono stati realizzati in fibra di vetro da noi, senza copiare nessuno !
Anche i terminali di scarico sono una nostra realizzazione, cosi' come il collettore di scarico del cilindro anteriore, mentre quello posteriore e' stato costruito dalla ditta Fresco di Torino.

 

Le sospensioni sono Marzocchi (quella anteriore in magnesio) ed i cerchi sono dei Campagnolo in alluminio, mentre i freni sono i classici Brembo dell'epoca. Il peso della moto è di 130 Kg circa e la potenza si aggira sulla cinquantina di cavalli".

 

 

Concluderei con le parole usate dall'amico Paolo Brunet  nel messaggio con cui mi ha trasmesso le foto:

Il mezzo è da affinare, ma C'E', Perfetti C'E' !!

Perfetti 5399

 

Si ringraziano Paolo Brunet e Vittorio Marra per le immagini e l'intervista ad Enrico Perfetti.


 


Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità. - Per conoscere i dettagli sui cookie utilizzati leggi la nostra privacy policy.

Accetto cookies da questo sito.